Sep
12

di Marco Guastavigna
IIS Beccari, Torino
www.noiosito.it

______________

Dei “libri digitali” a scuola non si discute. Gli insegnanti hanno altre priorità, tra cui quest’anno si colloca anche una pseudo riforma delle superiori. Le case editrici tradizionali hanno messo in campo diverse tipologie di versione “mista” dei libri di testo: “Se vogliamo che tutto rimanga com’è, bisogna che tutto cambi”, direbbe il principe di Salina.
Poiché per gli strumenti digitali implementano ormai veri e propri modelli di rapporto con le informazioni e con le conoscenze, è bene che noi insegnanti ne confrontiamo le caratteristiche operative, cognitive e culturali con quelle della tradizione, per essere parte attiva di un eventuale, futuribile, dibattito. Read more

Sep
11

di Giulio Blasi
Ceo Horizons Unlimited

[di questo autore è disponibile anche il video del suo intervento nella tavola rotonda “Il futuro del libro si chiama biblioteca…” moderata da Mario Guaraldi]

______________

MediaLibraryOnLine (http://www.medialibrary.it/) è il primo network italiano di biblioteche digitali pubbliche. Un portale di “digital lending” per accedere (gratis!) a musica, film, e-book, quotidiani, audiolibri, banche dati, oggetti di e-learning e molto altro.

Per quanto concerne gli e-book la piattaforma ospita oggi circa 27.700 ebook di cui oltre 2.000 sono e-book commerciali acquisiti da 46 editori (numero in crescita continua). Read more

Sep
11

di Gino Roncaglia
Università della Tuscia

______________

L’abstract dell’intervento è disponibile nella pagina-indice dei seminari.Le slides le trovate nel seguito di questo post. Read more

Sep
11

di Giampaolo D’Amico e Lea Landucci
MICC, Media Integration and Communication Center, Università degli studi di Firenze
www.micc.unifi.it

______________

Introduzione
Da anni il MICC, Media Integration and Communication Center dell’Università degli studi di Firenze, svolge attività di ricerca e trasferimento tecnologico sulle tematiche della natural interaction e dell’usabilità di sistemi interattivi multimediali. In questo intervento saranno descritte le ultime sperimentazioni del Centro riguardanti il design e lo sviluppo di interfacce tangibili multiutente.
In particolare saranno presentati TANGerINE Tales e Cipì, due progetti dedicati al mondo dello storymaking e della psicometria sperimentale per bambini. Read more

Sep
11

di Maria Grazia Mattei
MGM Digital Communication

______________

L’abstract dell’intervento è visionabile nella pagina-indice dei seminari. Nella sezione Extra! è possibile invece visionare l’intervista fatta alla relatrice da Giorgio Jannis.

Sep
11

di Nicola Cavalli
Ledizioni, LEDIpublishing

______________

Per print on demand si intende, letteralmente, stampa su richiesta. La richiesta, tipicamente, proviene da un cliente interessato all’acquisto del libro che viene stampato solo a seguito di uno specifico ordine. In realtà il significato del print on demand è un poco più ampio: per print on demand si intende un servizio distributivo diverso dal tradizionale, nel senso che alla stampa su richiesta vengono associati tutti i servizi di evasione dell’ordine che proviene da un cliente, non solo la stampa, quindi, ma anche il processo di spedizione direttamente al cliente finale o all’intermediario (libreria, distributore o grossista) che ha ricevuto l’ordine dal suo cliente. Perché un servizio di print on demand funzioni correttamente, oltre alle infrastrutture di stampa idonee, deve esserci anche una “digital warehouse”, un magazzino elettronico, dal quale sia possibile trarre il file da stampare poi attraverso la stampa digitale, appunto. Read more

Sep
11

di Roberto Maragliano
Università Roma Tre – Laboratorio di Tecnologie Audiovisive

______________


Soggetti, oggetti, ambienti dell’apprendimento. C’erano una volta, verrebbe da dire. C’erano una volta, appunto, dei confini chiari tra i diversi enti e delle funzioni altrettanto chiare loro affidate. Chi apprende e chi insegna, i luoghi deputati alla riproduzione del sapere (scuola e università in primo luogo), gli oggetti da e su cui acquisire conoscenza in modo formale (il libro in primo luogo). Poi, è avvenuto che tutte queste distinzioni hanno cominciato ad attenuarsi. Read more

Sep
10

di Fabrizio Venerandi e Enrico Colombini
Casa editrice digitale Quintadicopertina

______________


Ci si potrebbe chiedere, parlando di narrativa interattiva, se la lettura di un libro tradizionale sia effettivamente una attività passiva, ovvero se la cosiddetta narrativa interattiva sia qualcosa di diverso e contrapposto ad una narrativa tradizionale, o se invece si tratti di due aspetti di un medesimo fenomeno. In realtà, quando uno scrittore si avvicina ad una fabula e crea un romanzo, effettua una operazione di manipolazione sul materiale di partenza: nasconde episodi, riassume, amplifica, crea un intreccio che poi il lettore dovrà a sua volta manipolare per arrivare a ricostruire una sua idea della fabula originaria. Read more

Sep
10

di Letizia Sechi
BookRepublic

______________

L’abstract dell’intervento è visionabile nella pagina-indice dei seminari.

Sep
10

di Cristina Galizia, Gianni Marconato, Mario Mattioli
membri del network La scuola che funziona

[i contenuti di questo contributo riassumono anche l’intervento di Mario Mattioli nella tavola rotonda “Per amore o per forza…” moderata da Maria Grazia Fiore]

______________

Riflessioni a libro aperto

Serve ancora il libro di testo? Se sì, quale la funzione, la forma, l’utilizzo nell’era del digitale e di internet? E’ lo stesso oggetto di 50, 30, 20, 10, 5 anni fa? Assolve sempre alla stessa funzione? Lo si usa sempre allo stesso modo? Vi è stata qualche evoluzione nella sua forma, nel suo contenuto, nel suo uso? Possiamo parlare di un uso attuale tipico? Se sì, quale è? Se no, come possiamo definire il LdT? Quale la funzione del LdT, la forma, l’utilizzo nell’era del digitale e di internet?

Da questi interrogativi, il Network La Scuola che Funziona ha cominciato una profonda riflessione sull’uso del LdT nella scuola, sulla didattica e sulle prospettive future che la diffusione delle tecnologie offre al mondo della scuola e dell’insegnamento-apprendimento. Read more

ebookfest2010

  • BBN MultiBlog - ebookfest2010 blog personale