Sep
12

di Enrico Bocciolesi
Università di Perugia – Vega

______________

Nella società odierna sono numerose le evoluzioni ed i mutamenti in atto, determinati dall’avvento di nuove tecnologie che, in un contesto sociale frenetico, caotico e liquido (Bauman, 2008), coinvolgono la persona nella sua totalità. Questo cambiamento e successivo passaggio a prodotti digitali ha addotto ad una trasformazione del testo scritto e delle sue modalità di lettura, oltre al mutamento del rapporto che si ha con le proprie emozioni. L’avvenimento ha carattere globale, perché riguarda non solamente la persona, l’educatore o il formatore, ma interessa in primis la scuola nella sua complessità. Un’intelligenza emotiva che si aggiorna nell’era dell’e-book, le possibilità per riflettere, ipotizzare ma anche intervenire sul prodotto informatico con competenza tecnologica, tenendo presente lo stato attuale dell’arte. Read more

Sep
11

di Gianni Panconesi
comunicatore

______________

Nella Società della Conoscenza, in cui l’apprendimento individuale viene considerato nell’arco intero della vita ed il suo continuo miglioramento è un bene individuale e della collettività insieme, il concetto stesso di conoscenza si è diversificato in due diversi modelli: quello tradizionale, in cui essa è pre-esistente e viene trasmessa da pochi ai più, passivi ricevitori del messaggio; l’altro in cui è un processo collettivo, basato sulla condivisione e sul progresso collaborativo.

Il primo modello ha avuto un forte impatto nella trasmissione della conoscenza scientifica, basata su una catena di intermediari tra l’autore ed il lettore, ed imperniata su regole socio-economiche ben delineate, come il diritto di autore ed il pagamento per abbonamento; il secondo ha trovato un ambito di sviluppo nell’applicazione delle ICT e del modello “open”, ed è seguito nelle comunità che si riconoscono nell’ “open source” (libera condivisione dei “sorgenti” dei programmi informatici), “open access” (modello alternativo di editoria e di comunicazione scientifica), “open content” (condivisione di materiale didattico in ambiente e-learning). Read more

Sep
11

di Maria Guida
Liceo Scientifico “G.Salvemini” di Sorrento
Blog personale: L’illusione persistente

[Per questo contributo è disponibile anche il video dell’intervento]

______________

Lentamente anche nelle forme di istruzione più formali si fa strada la concezione che l’idea di insegnamento inteso come semplice trasmissione di informazioni è inadeguata. Per contro si evidenzia l’efficacia di un apprendimento esperienziale, situato, cioè manipolativo e legato al contesto dove il docente, non più erogatore d’informazioni a studenti passivi, diventa sceneggiatore di esperienze didattiche attivamente vissute e la conoscenza che ne deriva è il prodotto di una costruzione attiva del soggetto. I mondi virtuali tridimensionali consentono di realizzare ambienti di apprendimento che hanno proprio queste caratteristiche anche in quelle situazioni in cui, in un contesto reale, ciò non è possibile o è rischioso o irrealizzabile.

Read more

Sep
10

di Fabrizio Venerandi e Enrico Colombini
Casa editrice digitale Quintadicopertina

______________


Ci si potrebbe chiedere, parlando di narrativa interattiva, se la lettura di un libro tradizionale sia effettivamente una attività passiva, ovvero se la cosiddetta narrativa interattiva sia qualcosa di diverso e contrapposto ad una narrativa tradizionale, o se invece si tratti di due aspetti di un medesimo fenomeno. In realtà, quando uno scrittore si avvicina ad una fabula e crea un romanzo, effettua una operazione di manipolazione sul materiale di partenza: nasconde episodi, riassume, amplifica, crea un intreccio che poi il lettore dovrà a sua volta manipolare per arrivare a ricostruire una sua idea della fabula originaria. Read more

Sep
10

di Nicoletta Farmeschi
Scuola Primaria L.Santucci
Istituto Comprensivo di Castel del Piano (Grosseto)
http://lnx.martinifrancesco.net/wordpress/
www.ovannini.it/

______________


In una visione futuristica degli ebook, i testi digitali avranno potenzialità maggiori: si può immaginare facilmente una interattività molto più ampia di quella finora vista. Sicuramente sarà possibile non solo collegarsi ad un link di internet durante la lettura, ma anche visionare video, ascoltare brani musicali o una spiegazione supplementare del docente: perché no?
Read more

Sep
10

1. Premessa

Esplica in collaborazione con Second Physics, SL Art, Immersiva.2life e Solaris Experience (gruppi di Second Life) ha realizzato, in occasione della manifestazione Ebook.fest 2010 di Fosdinovo, un evento cross-universe per far conoscere al pubblico il libro “virtuale” e l’attività editoriale che si è sviluppata in questi anni nel Metaverso.

Un aspetto rilevante della cultura SL è rappresentato dalla presenza di istituzioni universitarie, agenzie di formazione e società di produzione RL, che usano il metaverso per la formazione e/ o l’aggiornamento di studenti e dipendenti.[1]

Le molteplici attività di comunicazione, divulgazione e formazione che si svolgono nell’ambiente virtuale Second Life (SL) fanno uso di strumenti messi a disposizione dalla piattaforma stessa e di altri oggetti che sono stati realizzati dai Residenti del Metaverso. Tra questi spicca il libro “vituale” di cui ha ampiamente parlato Juanita Deharo nel corso di una intervista in diretta dall’Australia, durante la quale l’ospite di Esplica ha spiegato le peculiarità del libro “virtuale” e le differenze con gli ebook. Read more

Sep
10

di Andreas Formiconi
Università di Firenze
Blog personale: Insegnare Apprendere Mutare

[i contenuti di questo contributo riassumono anche l’intervento nella tavola rotonda Il futuro del libro si chiama biblioteca… moderata da Mario Guaraldi]

______________


La mia biblioteca è piccola ma ho dovuto etichettare gli scaffali se voglio avere qualche speranza di ritrovare i libri alla svelta.

Stavo leggendo “Il Metodo” di Edgar Morin ma devo interrompere perché mi è arrivato un altro libro che voglio leggere subito.

Ho quindi in mano il primo volume, “La natura della Natura”. Dove lo metto? In libreria l’avevo trovato fra i libri di sociologia ma appena mi ero messo a sfogliare i sei volumi, m’era parso che fosse più che altro un libro di filosofia. Quando poi ho attaccato a leggere i primi capitoli mi sono reso conto che stavo facendo il più brillante ripasso delle idee fondamentali della fisica che avevo studiato all’università.

Dove mettere questo libro dunque? L’ho trovato nel reparto sociologia della libreria, mi è parso un libro di filosofia sfogliandolo, ci sto ripassando la fisica … Un libro meraviglioso e proprio per questo sostanzialmente inclassificabile.
Read more

Sep
10

Associazione Esplica

postato da ebookfest2010 in eBookShow

Esplica é un’associazione no profit che nasce nel 2010 riunendo le esperienze di divulgazione della scienza fatte da gruppi e singoli soggetti nel mondo virtuale di Second Life.

La missione di Esplica scaturisce dalla profonda convinzione che la attuale separazione tra “cultura” e “cultura scientifica” sia un retaggio storico e che non esistano le due culture. La nostra missione è quindi contribuire a superare e ricomporre questa frattura nella percezione pubblica della scienza, operando con questa finalità in tutti i settori culturali, scientifici, tecnologici e politici con attività aperte a tutte le componenti delle società civile, con particolare interesse ai giovani ed al mondo della scuola per la capacità proiettiva che un’azione in questo ambiente può avere sulla società tutta.

Per l’eBookFest ha curato l’evento cross-universe.

ebookfest2010

  • BBN MultiBlog - ebookfest2010 blog personale