Sep
12

di Enrico Bocciolesi
Università di Perugia – Vega

______________

Nella società odierna sono numerose le evoluzioni ed i mutamenti in atto, determinati dall’avvento di nuove tecnologie che, in un contesto sociale frenetico, caotico e liquido (Bauman, 2008), coinvolgono la persona nella sua totalità. Questo cambiamento e successivo passaggio a prodotti digitali ha addotto ad una trasformazione del testo scritto e delle sue modalità di lettura, oltre al mutamento del rapporto che si ha con le proprie emozioni. L’avvenimento ha carattere globale, perché riguarda non solamente la persona, l’educatore o il formatore, ma interessa in primis la scuola nella sua complessità. Un’intelligenza emotiva che si aggiorna nell’era dell’e-book, le possibilità per riflettere, ipotizzare ma anche intervenire sul prodotto informatico con competenza tecnologica, tenendo presente lo stato attuale dell’arte. Read more

Sep
12

di Maria Grazia Fiore (moderatrice della tavola rotonda)
docente e formatrice
Università degli Studi di Foggia
Blog personale: Speculum Maius

______________

Il libro di testo non è un libro qualsiasi e la sua storia non è assimilabile a quella del libro tout court.

Lo specifico contesto di utilizzo ha fatto sì che nel tempo potesse essere contraddittoriamente usato tanto come potente strumento di controllo culturale (l’opera di fascistizzazione e successiva defascistizzazione [pdf] dei testi scolastici è l’esempio a noi più vicino) quanto come garanzia di libertà d’insegnamento, non dismettendo mai il ruolo implicito di “metronomo” del progressivo e regolare svolgersi del “programma”, qualunque esso fosse.

La sua storia si intreccia strettamente con quella di un modello trasmissivo fondato su una “gestione burocratica del sapere” (Ardoino 2001, 15) ed una sua “distribuzione ordinata”, regolata secondo l’articolazione disciplinare delle conoscenze e una relazione comunicativa uno-a-molti, asimmetrica e unidirezionale. Read more

Sep
12

di Marina Boscaino
docente e giornalista

[intervento nella tavola rotonda moderata da Maria Grazia Fiore]

______________

Per il secondo anno ho partecipato alle non-conferenze di Fosdinovo e per la seconda volta ho avuto l’impressione che possa ancora esistere una comunità di persone che abbiano qualcosa da dire, indipendentemente dallo sloganismo di maniera che inquina in molte sedi il dibattito sulla scuola in questo momento. Non è un risultato marginale. Quest’anno sono stata chiamata da Noa e Maria Grazia come interlocutrice in una tavola rotonda. “Per amore o per forza: note a margine dell’obbligatorietà dei libri di testo”.

Confesso il mio scetticismo iniziale: un mio pregiudizio relativo al fatto che il problema dell’obbligatorietà dell’adozione possa oggi rappresentare un tema significativo, mentre la scuola viene vessata da ben altri provvedimenti, che ne impoveriscono il carattere emancipante e di strumento di “rimozione degli ostacoli”, come recita l’art. 3 della Costizione. Read more

Sep
12

di Emanuela Bramati
Scuola Primaria “Molino Vecchio”, Gorgonzola (MI)
sito di classe: quintamolino.altervista.org/
Blog: www.didainformaticaprimaria.blogscuola.it

e di Marinella Molinari
Scuola Primaria “Eugenio Medea”, Varese
Blog: www.didainformaticaprimaria.blogscuola.it

______________

PoliCultura è un’iniziativa del Politecnico di Milano che si pone l’obiettivo di dimostrare come il connubio tra cultura e tecnologia sia possibile e auspicabile.
PoliCultura è innanzitutto un’occasione didattica, in quanto propone la realizzazione di una narrazione multimediale e multicanale su un tema culturale. La narrazione viene realizzata mediante il motore “1001storia”, uno strumento autore messo a disposizione gratuitamente dal Politecnico di Milano, in grado di generare automaticamente una versione per CD-rom, una versione Web e una per iPod. Read more

Sep
12

di Marco Guastavigna
IIS Beccari, Torino
www.noiosito.it

______________

Dei “libri digitali” a scuola non si discute. Gli insegnanti hanno altre priorità, tra cui quest’anno si colloca anche una pseudo riforma delle superiori. Le case editrici tradizionali hanno messo in campo diverse tipologie di versione “mista” dei libri di testo: “Se vogliamo che tutto rimanga com’è, bisogna che tutto cambi”, direbbe il principe di Salina.
Poiché per gli strumenti digitali implementano ormai veri e propri modelli di rapporto con le informazioni e con le conoscenze, è bene che noi insegnanti ne confrontiamo le caratteristiche operative, cognitive e culturali con quelle della tradizione, per essere parte attiva di un eventuale, futuribile, dibattito. Read more

Sep
11

di Erika Ena
Erid Lab, Università degli Studi di Foggia

______________

L’utilizzo delle tecnologie in classe comporta una serie di cambiamenti in merito alle metodologie didattiche, agli stili di apprendimento, ai contesti e alla creazione di un setting adeguato.
La realizzazione di questo processo richiede l’acquisizione di una competenza non strettamente connessa all’utilizzo di tecnologie ma “una consapevolezza, un’ attitudine ed un’abilità degli individui di utilizzare in modo appropriato gli strumenti e le opportunità digitali per identificare, accedere, gestire, integrare, valutare, analizzare e sintetizzare risorse digitali, costruire nuove conoscenze, creare media e comunicare con gli altri, in
contesti specifici delle vita reale, per dar vita ad azioni costruttive e riflettere attorno al
processo” (Martin, 2005). Read more

Sep
11

di Valeria Pasquino
II Circolo Didattico di Venaria
Scuola primaria “G.Rigola”
Blog personale: Vale… in rete

______________


Il progetto Lab è stato l’occasione per proporre un percorso realmente significativo in grado di fornire a insegnanti ed alunni nuovi strumenti per migliorare le pratiche didattiche e contribuire alla costruzione di un nuovo ambiente di apprendimento.
Nove classi del plesso “G. Rigola” del II Circolo Didattico di Venaria (To),  coordinate dalla sottoscritta, hanno “cucito” in una mappa multimediale un percorso didattico costruito attorno ad un bene culturale,  individuato nel complesso de “La Venaria Reale” comprendente la Reggia, i Giardini e l’annesso Parco La Mandria. Read more

Sep
11

di Maria Grazia Fiore
docente e formatrice (fuori e dentro la Rete)
Università di Foggia
Blog personale: Speculum Maius

______________

intervento eBookTab

Protagonisti, obiettivi, aree di azione

Il progetto “Lab: una mappa tanti itinerari” nasce dalla collaborazione strategica tra ricerca accademica, scuola ed editoria digitale, al fine di sperimentare inedite modalità di ricerca-azione per la realizzazione di testi/contesti digitali di apprendimento digitali aperti ad una pluralità di codici e di stili cognitivi. Read more

Sep
11

di Giorgio Federici
Presidente del Consorzio Universitario E-Form

______________

Dell’intervento è disponibile solo l’abstract, visionabile nellapagina-indice dei tab .

Nel seguito di questo post, è invece disponibile un video dell’intervento fuori programma di Mario Rotta relativo ad un sondaggio sui libri di testo digitali, condotto nell’ambito dei corsi di formazione permanente proposti dal consorzio universitario. Read more

Sep
11

di Giulio Blasi
Ceo Horizons Unlimited

[di questo autore è disponibile anche il video del suo intervento nella tavola rotonda “Il futuro del libro si chiama biblioteca…” moderata da Mario Guaraldi]

______________

MediaLibraryOnLine (http://www.medialibrary.it/) è il primo network italiano di biblioteche digitali pubbliche. Un portale di “digital lending” per accedere (gratis!) a musica, film, e-book, quotidiani, audiolibri, banche dati, oggetti di e-learning e molto altro.

Per quanto concerne gli e-book la piattaforma ospita oggi circa 27.700 ebook di cui oltre 2.000 sono e-book commerciali acquisiti da 46 editori (numero in crescita continua). Read more

ebookfest2010

  • BBN MultiBlog - ebookfest2010 blog personale