Sep
11

di Giorgio Jannis
semiologo e social designer
www.jannis.it

[note a margine della tavola rotonda “Il futuro del libro si chiama biblioteca…” moderata da Mario Guaraldi]

______________

Dei ragionamenti complessi si sono intrecciati a Fosdinovo, durante il convegno. Bisognava parlare di molte cose che stanno dietro o prima del libro elettronico, la progettazione e la produzione e l’autorialità, e di molte cose che stanno davanti al libro e all’ebook in particolare, come la ricezione dei contenuti secondo le nuove possibilità tecnologiche, oppure i modelli economici che possiamo immaginare si riveleranno maggiormente adeguati a cogliere le novità portate dall’attuale Rinascimento digitale.

In particolare, andrebbero puliti i concetti stessi che utilizziamo per pensare la tematica dell’editoria digitale – trattandosi in fondo di intendersi sui nuovi significati di certe parole, come “libro”, o su certe parole nuove come “web sociale” – avendo provato a fermare alcuni punti fermi dei ragionamenti: c’è da colmare un ancor ampio spazio di confronto e conoscenza riguardo le potenzialità del dispositivo di lettura come oggetto tecnologico, riguardo le modificazioni che la scrittura stessa subirà dalle nuove forme di contenuto praticabili, oppure l’analisi della “user experience” (da re-introdurre nel circuito della progettazione del testo) in quanto dimensioni dell’esperienza del lettore, della sua immersione nel mondo narrativamente organizzato in pagine e rimandi intertestuali. Read more

Sep
11

di Maurizio Châtel
direttore editoriale della BBN
Blog: chatel.bibienne.net/

e Michele Botrugno
dirigente dell’istituto paritario Athenaeum di Torino

______________

La seconda fase della storia editoriale dei testi scolastici digitali parte dal concetto di piattaforma. La rete rende disponibile una disseminazione del testo che non va a discapito della comprensione ma che anzi ne aumenta l’accessibilità cognitiva. Alla struttura lineare si sostituisce una metastruttura composta da livelli di competenza – per fasce d’età, per indirizzi di studio – e da livelli di approfondimento – laboratori, archivi di dati; il manuale si trasforma in una costellazione di punti di lettura, alcuni dei quali tipici di ogni disciplina – le competenze di base esposte in forma testuale -, altri che travalicano il puro apprendimento per investire un nuovo rapporto tra autore e lettore – blog, forum, ecc. Read more

Sep
10

di Giuseppe Ruggiero

______________

Su invito di Noa (che ringrazio pubblicamente) ho partecipato all’ebook.fest tenutosi a Fosdinovo nei giorni 10-11-12 del Settembre 2010.

Molti gli aspetti affrontati e molti gli stimoli e le indicazioni ricevute, anche grazie alla presenza di diversi operatori del settore editoriale (editori, autori, redattori, insegnanti).
Cercherò in questa sede di focalizzare in maniera molto semplice alcuni degli aspetti che ritengo interessanti, augurandomi che possano servire ad un dibattito in rete, ideale prosecuzione dell’ebookfest. Read more

ebookfest2010

  • BBN MultiBlog - ebookfest2010 blog personale